LIBRI SUL GIAPPONE: TRIDER G7. ROBOT IN TEMPI DI CRISI


TRIDER G7. ROBOT IN TEMPI DI CRISI



Autore: Alessandro Montosi
Titolo: Trider G7. Robot in tempi di crisi
Editore: Iacobelli
Collana: I Love Anime
Dati: 128 pp., illustr.col.
Prezzo: 14,50 €
Anno: 2009

Mancano solo i file audio e video al volume di Alessandro Montosi su L’invincibile robot Trider G.7 (questo il titolo italiano della serie)! Trider G7 – Robot in tempo di crisi è, infatti, prima ancora che un “libro”, una piccola raccolta multimediale su pagina, che rispolvera e rivitalizza uno dei filoni degli anime più amato dagli spettatori fin dagli anni ’80. Dopo i tre titoli dedicati al mitico Go Nagai (Goldrake, Jeeg Robot e Mazinga), il giovane Montosi ha curato un nuovo volume della collana I love Anime, edita da Iacobelli, accolta positivamente da un pubblico che deve ancora sorprendersi ogni volta che una casa editrice si degna di porre l’attenzione su un mondo considerato, ahinoi, di nerd e geek. Novità editoriali che riescano non solo ad approfondire il panorama degli anime di culto ma che contribuiscano anche a renderli materia culturale scevra di snobismi iniziano ad affacciarsi sul mercato europeo ed italiano e il consenso di un pubblico sempre più vasto e non più di soli adepti potrebbe cambiare finalmente lo scenario.

Profondo e stimato conoscitore del mondo dell’animazione nipponica, conosciuto sotto i suoi svariati nickname tra gli appassionati delle epopee mecha, Montosi, già autore del saggio Ufo Robot Goldrake (Coniglio Editore), si presenta come un nuovo esperto dell’animazione, che scandaglia con brio e citazioni letterarie e cinematografiche nel suo viaggio alla riscoperta dell’indimenticabile Watta, undicenne alle prese con un robottone di ben 50 metri, Trider G7, che nella serie si rivelò uno strumento importante per la difesa contro lo spregiudicato Impero dei Robot. Come quella del protagonista di cui ci parla, con umorismo, entusiasmo e con meticolosità, l’avventura di Montosi, che si amplia a Daitarn 3, Gundam, Danguard, Gordian, Daltanious e Rocky Joe, è un percorso coinvolgente che risveglia la passione dei cultori e dei fan del genere e suscita l’interesse e la curiosità nei più giovani.

Un ottimo lavoro di raccolta d’informazioni e d’immagini puntella un bel volumetto ricchissimo di dettagli storiografici, sociologici e aneddotici. Il contenuto del testo, è integrato con grande originalità, anche grafica, dalle fotografie dei gadget e dei giocattoli, che appartengono a quell’universo parallelo in cui gli animefili si perdono in occasioni come il Lucca Comics e mercatini di ogni genere, e dalle testimonianze di specialisti di provenienza diversa, frequentatori di siti noti come tanadelletigri, che tengono viva la discussione intorno a uno dei più apprezzati generi della prolifica serialità giapponese. Non resta che augurarci di vedere presto in libreria e sugli scaffali virtuali nuove uscite che, come questa, siano in grado di restituire, attraverso un’analisi tematica e storica approfondita e pluridirezionale, il suo valore all’anime che, a distanza di oltre trent’anni, continua a confermarsi come uno dei generi schermici più adatti a farsi carico dei riflessi realistici della contemporaneità.

Angela Cinicolo
Tratto dalla rubrica libri di Close Up ( http://www.close-up.it/spip.php?article5848 ) Lo trovi su Amazon