Recensioni manga > La collina dei papaveri

immagine anime e manga La collina dei papaveri

La collina dei papaveri è un film d'animazione giapponese del 2011 prodotto dallo Studio Ghibli e diretto da Goro Miyazaki, figlio del grande Hayao Miyazaki.

Nel 2012 La collina dei papaveri ha vinto come "Migliore animazione dell'anno" al Tokyo Anime Award e al 35º Japan Academy Award.

Trama - Su quella che con il tempo è stata denominata la collina dei papaveri, sorge la casa dove abita la sedicenne Umi (mare, in giapponese) con la sua famiglia. La ragazza si occupa ogni giorno di tutte le faccende domestiche, al posto di sua madre che è all'estero per lavoro. Ogni mattina Umi issa anche le bandiere di segnalazione marittima così come le aveva insegnato il padre morto in mare durante la guerra di Corea.

La routine quotidiana di Umi viene stravolta quando incontra Shun un ragazzo estroverso e idealista nel corso di un'azione di protesta per la salvaguardia del Quartier Latin, un edificio storico sede dei club scolastici, prossimo alla demolizione, per far posto ad un complesso edile moderno.

Umi suggerisce di ripulire e ristrutturare l'edificio per restituirlo alla sua vecchia gloria e per salvarlo dalla demolizione E' proprio durante i lavori che i ragazzi hanno modo di conoscersi meglio. I due cominciano ad affezionarsi e Umi racconta a Shun della morte di suo padre mostrandogli una sua antica fotografia.
Il ragazzo rimane turbato e inzia ad allontanarsi da Umi
... Chi è veramente Shun?

Per gli amanti dello Studio Ghibli non può non essere visto anche se personalmente apprezzo di più i film diretti da Hayao perchè a mio parere trovo quelli di Goro estremamente lenti e poco "fantasiosi".




Ti piacciono gli anime e i manga? Scrivi una recensione di un anime o di un manga che conosci e che non è già presente sul sito topmanga, ottieni punti e convertili in premi (tra cui buono amazon o carta regalo feltrinelli)! Clicca qui e scopri come partecipare al concorso che ti premia sempre!
blog comments powered by Disqus

banner nerd